DELL’ANDARE ALTROVE

Ho deciso di spostarmi. Non so se è un bene, un male, non lo so. Avevo voglia di cambiare, cambiare casa. Non ci ho pensato per più di tre secondi. Quell’altra, mi sembra, ha finestre più ampie. E, comunque, era tempo. Quindi da oggi in poi mi trovete qui

DELL’USCIRE FURTIVAMENTE

Guardò l’ora. Sì, era uscito furtivamente dalla finestra del gabinetto e poi dietro, attraverso il puzzolente cortile della trattoria, e davanti alla cucina. Che non lo vedessero come se ne va, come scappa. Aveva lasciato tutto alle spalle. Persino quella fottuta tavolata di conoscenti, parenti, amici… Aveva sussurrato a Fredi: “Vado via da questo schifo.” Da Fredi solo un cenno … Continua a leggere

DEL GOSSIP

Oggi mi dò al gossip. Vabbé, quasi. Comunque, uno che quasi per mestiere legge i giornali non può non. La faccenda Vallettopoli non sorprende, e quindi non m’importa. Mi chiedo solo: dicono che un politico si sia trovato su uno yacht a Capri, con attorno modelle e cocaina, poi dicono che é di centro-destra. E infine dicono che è Mastella. … Continua a leggere

DI IERI, GIORNATA POETICA

Nel pomeriggio a Monfalcone, ospite di Absolute poetry. Mi è piaciuto il breve intervento di Lello Voce, per presentare la lettura di poeti sloveni in Italia. Ha ricordato Dane Zajc, poeta slovena da poco scomparso, l’aveva ascoltato a Berlino e voleva invitarlo a Monfalcone, non ce l’ha fatta. Spera, il prossimo anno, di dedicargli una serata. La sera nelle Valli … Continua a leggere

DI JANCAR, OGGI

Oggi, alle 17.30, nel Museo Rivoltella di Trieste ci sarà Drago Jancar, eccezionale scrittore sloveno, a presentare il suo primo libro tradotto in italiano, “L’allievo di Joyce”. Se siete da quelle parti, non mancate. Oggi sul “Piccolo” di Trieste, in un’intervista, l’autore dice: “Il 20. secolo ci ha insegnato che pure i dittatori hanno debolezze umane. E che gli eroi … Continua a leggere