QUARANT’ANNI

D* qualche giorno fa ha compiuto quarant’anni. Sospetto (non avendoli ancora compiuti) e comprendo non si tratti di un passaggio facile, specialmente per una donna. Apri un’altra porta, l’ennesima, che ti conduce ad un’altra salita. Qualcosa del genere, credo, una battaglia che ti aspetta, la sensazione che le cose passano. Quel giorno per D* è scivolato via come l’acqua, tra … Continua a leggere

DI VENERE E DI MARTE

Questa storia della sonda che viene lanciata su Marte e, giunta colà, se ne sta zitta zitta mi fa sorridere. Poverelli, me li immagino con dei potenti apparecchi amplifon, cercare di captare qualche segnale. Era meglio se spedivano, che ne so, Fede, visto che comunque dovrebbe andare sul satellite, o ancora meglio il suo principale. Ah, oggi ho scoperto, o … Continua a leggere

OROSCOPI

D* commenta il suo oroscopo: “Uh uh, investimenti in terre lontane, comprerò un casa in Brasile. Problemi di stomaco, salute, devo eliminare un po’ di dolci. Eliminare le sigarette! (D* non fuma). Nessun problema sul lavoro, metterete da parte eventuali ruggini in ufficio. Ma abbiamo ruggini qui in ufficio? No. Anche se con te, a volte, Michele. Ogni tanto sento … Continua a leggere

ULTIME COSE

Iniziano ad accadere le ultime cose. Dell’anno, ovviamente. Almeno così si spera. Tra un quarto d’ora ad esempio ultima trasmissione per una radio di Trieste, la presentazione del numero del giornale. Martedì prossimo, ultimo giorno di lavoro (ma sono un “riservista”, potrebbero richiamarmi). Ci aspettano le ultime compere, regali soprattutto. Poi si riparte, e sarà tutto come prima.

CILIEGIE

Stanotte ho sognato ciliegie, erano proprio tante, un intero viale alberato di ciliegi. Tutte belle, rosse, mature, alcune anche grandi, forse troppo grandi (ciliegie transgeniche?). Strano, non sono propriamente un frutto di stagione. Sigmund ci rimuginerebbe un bel po’ sopra.

LA CASA STRACOLMA

A*, mio collega per un paio di giorni alla settimana, è anche poeta. Ha pubblicato un bel libro bilingue (sloveno e italiano), con poesie scelte da precedenti pubblicazioni. Il titolo (in italiano) è “A bordo pagina”. Questo è un estratto da “La casa stracolma”. A casa stiamo sempre più stretti, lo spazio è divorato dalle cose. Il superfluo invade le … Continua a leggere