DI UNA REGINETTA

Che Miss Trieste 2004, anno in cui si “celebrano” i 50 anni della città sotto la beneamata Italia, sia slovena è una specie di nemesi storica, un modo di celebrare al contrario. No, non è vero. Lo sarebbe stato qualche anno fa. Oggi è solo il segno che i tempi, per fortuna, sono cambiati. Ovviamente a Trieste si è scatenata, … Continua a leggere

DI UN TENTATIVO DI NEGOZIATO

Una notizia che non sarebbe passata inosservata ad Enzo Baldoni: “Ci sarà negoziato tra il Governo colombiano e le Farc, Forze armate rivoluzionarie della Colombia. L’interlocutore proposto dal governo di Bogotà, l’Alto Commissario per la pace Luis Carlos Restrepo, è stato accettato. ma l’incontro deve essere diretto e non accadere via Internet, come proposto dal governo. Lo ha rivelato Raul … Continua a leggere

DI MALAVOGLIA

Oggi di malavoglia, e non solo perché è lunedì. Sulla scrivania d’ufficio libri, comunicati stampa, fotocopie accatastate. Tutto da mettere in ordine. L’agenda, il dizionario italiano-spagnolo, la foto di E*, che però guarda sempre dall’altra parte.

DI CHI INCOMINCIA A CAMMINARE

Ancora sotto l’effetto “Baldoni”, seguo quasi costantemente il suo blog e quello di Pino Scaccia, che è uno che ci sa fare ed ha, soprattutto, cuore. Leggo i commenti, senza intervenire. Alcuni, a proposito di cuore, non ne hanno, nemmeno nei confronti di uno che sta rischiando la pellaccia. Intanto, che succede. Quasi niente. Riprendo il ritmo solito, fatto di … Continua a leggere

DELLE BRUTTE NOTIZIE

Ho conosciuto Enzo Baldoni qualche anno fa, avevo deciso di frequentare un corso di scrittura creativa tenuto da Stefano Benni in Umbria, nella Libera università di Alcatraz. C’era anche lui. Simpatico, estroverso, a qualcuno – un paio di ragazze – anche troppo. Un giorno cammino lungo il ponte della cittadina in cui abito e lo rivedo. Che ci fai qui? … Continua a leggere

DELLA NOSTALGIA TELEVISIVA

Sul sito di Repubblica una carrellata di telefilm anni Settanta che passano in replica: il più gettonato, il più nostalgico, il più demenziale… Il più demenziale “Strega per amore”??? No, il più demenziale, il più comico, il più tutto nell’articolo non è citato. Secondo me erano loro due. Che in replica non passano, e mi mancano molto.

DI UN SALUTO

Ha lasciato questo mondo – così mi giunge notizia – Ante Zemljar. Era nato nel 1922 nell’isola di Pago, in Croazia. Laureato all’Università di Zagabria in Lettere comparate, era narratore, poeta, saggista e mosaicista. Partigiano della prima ora, combattè e scrisse poesia per le sue montagne e le isole. La sua poesia non soggiaceva alle regole del socialismo realista e … Continua a leggere