DELLE CORRISPONDENZE

Succede che sono tra i giurati di un piccolo concorso di poesia, che quest’anno – alla seconda edizione – prevedeva anche l’invio di poesie in lingua francese, oltre che italiano e sloveno. Io ed E* abbiamo trascorso un paio di serate a sfogliare le opere inviate, la maggior parte scartate dopo la lettura dei primi due versi. (Il livello è questo, che dire? Niente, normale). Solo una poesia ci aveva colpito veramente. Anche se aveva un titolo già usato da qualcuno, e lo stile anche, ricordava quel poeta. La poesia, in francese, inizia così:

“La Nature est un temple où de vivants piliers

Laissent parfois sortir de confuses paroles;

L’homme y passe à travers des forêts de symboles

Qui l’observent avec des regards familiers.

(….)”

Dice niente?

DELLE CORRISPONDENZEultima modifica: 2005-05-20T11:06:55+02:00da samizdat@v
Reposta per primo quest’articolo

3 pensieri su “DELLE CORRISPONDENZE

  1. Beh, ma che male c’è? Ché, Charles non può partecipare ai concorsi? E chi l’ha stabilito? 🙂 (ps: almeno l’anonimo concorrente ha scelto bene.. t’immagini se mandava una quartina di Cucchi, che orrore? Salut dalla nera Trst, ammutinatamente )

Lascia un commento