DI GIAN MARIA

Ogni tanto uno riesce a provare ancora una bella emozione a guardare un programma televisivo, incredibile ma vero. Ieri sera, sul 3, un documentario su Gian Maria Volonté. Spezzoni di filmati, interviste, lui che racconta giusto due cose. Ma l’idea che fosse uno vero. Ho pensato: che bella faccia che aveva per interpretare Che Guevara. Alla fine, una didascalia dice … Continua a leggere

DI UN COLPO

Casinò Park di Nova Gorica, ieri mattina. Un quarantasettenne di Treviso, giocatore incallito di draw poker, si porta a casa 142.595,50 euro. Cosa farà dei soldi? gli è stato chiesto. Boh, deciderà mia moglie, ha risposto. In febbraio nello stesso casinò un altro giocatore di Aviano aveva vinto 93.050 euro, in marzo è toccato ad un bolognese, poche migliaia di … Continua a leggere

DELLE DISTANZE

Le distanze non misurano allo stesso modo di notte e di giorno. A volte devi aspettare la notte perché una distanza si riduca. A volte devi aspettare il giorno. D’altra parte l’oscurità o la luce tessono in certi casi lo spazio e le sue combinazioni di tale maniera che i valori si invertono: il lungo diventa corto, il corto diventa … Continua a leggere

DI UN VIAGGIO

Il paesaggio all’inizio ti pare brullo, forse anche perchè piove. Vengono in mente Isreaele, la Palestina, il Libano. Il villaggio é a pochi passi, lo si percorre in una decina di minuti, quasi tutte case vecchie ma ben tenute, solo un paio di vecchiette sull’uscio di casa, e sono le dieci del mattino.. Ma poi, trasferendoci con l’autobus in un … Continua a leggere

DI QUANTO MI COSTA

Per dire: cerchi, in una domenica d’agosto, un posto al mare dove mangiare un pesce degno, fuori dall’Italia perchè in Italia pare costi troppo, vai a finire qui, un locale a caso che non pare male, servizio dignitoso, pesce buono (antipasti per tre, orata per tre, visto che siamo in tre, acqua e vino), totale 146 euro. Per dire.

DELLE BANDIERE

“Ma allora sei italiano o tedesco?” Nessuna delle bandiere che spesso svettano davanti a ostelli o campeggi è la mia. Non ne sento la mancanza. In compenso riesco, con il tedesco e l’italiano, a parlare ed a capire nell’arco che va dalla Danimarca alla Sicilia. Alexander Langer

DI UN INCONTRO

Mi dice: “E poi te lo dico, io sono un mutante, sono soggetto a mutazioni, cose strane. Ma tu lo sai che il prossimo anno è l’anniversario, lo sai?” “Ehm, sì, cioé, no…” “L’anniversario! Il prossimo anno saranno vent’anni da Chernobyl. Tu ti ricordi, vero, di Chernobyl? Bene, quel giorno io stavo di guardia, ero militare. Voglio dire, stavo là … Continua a leggere

DI UN MURO

Il muro Non passa giorno che non pensi Che hanno murato anche te fuori dal mondo. Ti hanno tolto la prospettiva. Scomunicato. Non passa giorno che non giuri Che oggi abbatti questo muro, e non la sera Quando ritorni abbattuto. La tua resistenza è senza senso. Non v’è nessuno che ti dia la sicurezza del contrario. I mattoni si sfaldano … Continua a leggere