DI CASARSA

La prima volta che ho visitato il cimitero di Casarsa, dove è sepolto Pasolini, stavo assieme a Matjaz. Mi ero appostato vicino al portone, lasciando che cercasse lui la tomba. Lo vidi tornare verso me deluso. Poi guardammo, quasi nello stesso istante, verso un alberello, accanto a me. La seconda volta che ci andai fu per accompagnare Vivian Lamarque. Che … Continua a leggere

DI UNA NOTTE

Mi sono svegliato ed era ancora notte, non sapevo l’ora, da qualche mese non porto l’orologio, sono sceso e ho preso in mano quel libro di fotografie che mi ha regalato per il mio compleanno, ma l’ha fatto senza piacere, e non so davvero perchè l’ho accettato, avrei dovuto dire no grazie, l’ho sfogliato un po’, sarà passata anche un’ora, … Continua a leggere

DELL’ALTRA PARTE DEL FIUME

I campi di concentramento di Gonars, Visco e Zdravscina, il preventivato Centro di permanenza temporaneo di Gradisca d’Isonzo, la paradossale, tragica vicenda dei “cancellati”. Sono i tre perni su cui ruota il documentario “Na drugi strani reke – Dall’altra parte del fiume” realizzato da Karaula MiR – MigrazioniResistenze e da Candida TV di Roma. L’ho visto l’altra sera, a Cividale. … Continua a leggere

DI TINA

“Sono la madre di Tina, chi siete voi?” ha chiesto la signora a Bostjan Slatensek e Domen Pal. I due sono fotografi, autori di una mostra intitolata “Heroin”. La storia fotografica rappresentata è quella di Tina e dell’eroina, iniziata nel 2002 come reportage per il settimanale Mladina sui tossicodipendenti nella capitale slovena. La storia prosegue dopo la pubblicazione delle foto … Continua a leggere

DI UNO STRANO COGNOME

Lo so che è una notiziola piccola così, però ci sta, e Prodi, Rutelli e tutta la banda mi perdoneranno, ma. Una ragazza si reca ad un seggio delle primarie, diciamo in una località del confine nord-orientale, per votare. La signora presidente del seggio le chiede un documento d’identità. Sul documento c’è un cognome che non è italiano, ma sloveno, … Continua a leggere

DELLA TIGRE E DELLA NEVE SCIOLTA

Oggi questo articolo mette un po’ il dito nella piaga, ma anche un po’ esagerando, secondo me. In ogni caso l’altra sera sono tornato al cinema dopo mesi e mesi. E ho visto il film di Benigni: tentativo mancato di imitare Fellini, fa ridere nella prima parte e commuovere, ma senza molto senso, nella seconda. Sarebbe stato un bell’omaggio alla … Continua a leggere

DI UN BUCO

“Che buco che siamo – dice E* – che ingoiamo tutto, le cose che abbiamo e non abbiamo, e tutte le nostre voglie e fantasie, le contraddizioni, le rabbie, il voler e non voler stare con, il voler e non voler figli, il voler essere qui però anche là, e quando siamo là.” Qualche minuto più tardi: “E con tutto … Continua a leggere

DI DOVE LA POESIA AVREBBE CASA

Copio e incollo: Il contenitore adesso c’è, il bar della Palazzina Liberty che «potrà diventare come il bar Greco o le Giubbe Rosse» luogo di ritrovo e fucina di idee secondo l’assessore alla Cultura Stefano Zecchi. Ha messo a disposizione anche gli altri spazi interni, per manifestazioni, e pure gli esterni, nel parco di largo Marinai d’Italia. Ora però tocca … Continua a leggere