DEL PROSSIMO VOTO/2

Nonostante l’insistenza dei gruppi di lesbiche, gay, bisessuali e transessuali, non è passato in parlamento il progetto di legalizzare con una legge le coppie dello stesso sesso, questo perché la maggioranza dei parlamentari pensa che il Paese non è ancora pronto per questo passo. Espressioni come “i matrimoni tra omosessuali sono un’aberrazione contro la natura”, pronunciata da un senatore conservatore, … Continua a leggere

DI QUALCOSA CHE SPAVENTA

Hanno ristrutturato una ex caserma di Gradisca d’Isonzo, Gorizia, per farne un Centro di permanenza temporaneo. Costo: 25 milioni di euro. Soldi nostri. Funziona così: un clandestino viene beccato senza documenti, portato al Cpt in attesa di identificazione, può rimanervi anche due mesi, se non viene identificato gli vengono dati cinque giorni di tempo per uscire dal territorio nazionale. Saluti … Continua a leggere

DELLA CASA RUSSIA

Dei 720 russi che hanno un patrimonio superiore al miliardo di rubli (se non erro sono quasi tre milioni di euro), una quarantina sono parlamentari o membri del consiglio federale. Dell’elenco dei miliardari russi per la prima volta fanno parte persone che hanno creato il proprio capitale dal nulla.

DI COGNOMI

Mi interessa questa notizia. Nel paese sudamericano di mia moglie, che alcuni considerano arretrato, il doppio cognome – prima del padre, poi della madre – è legge. Deve essere così. (Per inciso, il documento d’identità formato tessera, tipo bancomat, ce l’hanno da anni) Nostra figlia, che ha la doppia nazionalità, in Italia ha un solo cognome, colà due. La seconda … Continua a leggere

DELLE NUBI

Vedo nubi. Come se non bastasse, oggi su Repubblica Illy, che da queste parti di mestiere fa il governatore, dice che il programma dell’Unione è troppo di sinistra e che sulle Grandi Opere meglio i progetti di B. e di Lunardi. Ahi.

DI MORTE E DI VITA

Strano conciliabolo, nell’altra stanza. Percepisco frasi come “Io avrei paura della chemio, non della malattia in sé” e “dai, una bambina, sarà una famiglia di donne”. Sento anche: “Dovrebbe farci pensare a vivere bene quello che rimane” e “Hanno comprato i mobili, la casa ormai è pronta”. Capisco di cosa parlano. Di morte e di vita.

DI TUTTO ME STESSO

– Stavo dietro a questo qui, ad un certo punto ho saputo che sarebbe andato a lavorare all’estero, ho preso coraggio, gli ho scritto dichiarandomi. Mi ha risposto: “Ti darò tutto il mio cuore, tutto il mio amore, tutto me stesso”. Ecco, quando mi ha detto “tutto me stesso”, ho lasciato perdere.

DI UN POETA E DELLA LEGGE BACCHELLI

Succede da queste parti. Ad un poeta carnico, Arduino Della Pietra, è stato concesso il vitalizio (1500 euro al mese) previsto dalla Legge Bacchelli. Un senatore della Lega Nord, Francesco Moro, in un’interrogazione al presidente del consiglio chiede di sapere “quali alti meriti abbia il signor Della Pietra”. Noti uomini di cultura friulani si sono espressi, affermando di non conoscere … Continua a leggere