DI UNA CRONACA DALLA SLOVENIA

Andreja Trtnik Herlec, che vive nei dintorni di Lubiana, è venuta con i suoi figli a visitare i Rom di Ambrus, per dimostrare la sua solidarietà. E’ venuta per vedere con i suoi occhi “come vivono i nostri conterranei, adesso che sono stati allontanati dalle loro case”. Sabato scorso le tensioni tra gli abitanti di Ambrus ed una trentina di … Continua a leggere

DI IERI, A LUBIANA

Ieri a Lubiana. L’occasione, il conferimento al circolo di culturale sloveno Ivan Trinko, del quale sono presidente, dello “zlati red”, la massima onorificenza da parte del Presidente della Repubblica slovena. Il sito del governo sloveno scrive qui. C’è anche la foto di gruppo, io sono il più bello (quello in chiaro). In ogni caso, una cosetta da mezz’ora, anche perché … Continua a leggere

DI QUANDO SUCCEDE

– Vedrai quando sarai sulla quarantina – disse Ethan – Per circa dieci minuti il mondo ti casca addosso. Poi cominci a invecchiare tranquillamente. Non è male, a dire il vero. Cominci a metterti le ciabatte per andare a teatro e la gente pensa che tu sia un tipo incredibilmente interessante di cui scriveranno le cronache mondane, su Vogue o … Continua a leggere

DI UN ILLY ALLA SLOVENA

il presidente delle catena commerciale slovena più prestigiosa (Mercator) Zoran Jankovi? è il nuovo sindaco di Lubiana. Candidato come indipendente, ha preso qualcosa come il 63 per cento dei voti, sbaragliando il sindaco uscente e il candidato del centro-destra. Una sorta di Illy alla slovena. Indipendente, ma tendente al centro-sinistra, se è vero che è grande amico dell’ex presidente della … Continua a leggere

DELLO SCRIVERE E DEL PUBBLICARE

Non posso non essere che d’accordo (quasi totalmente) con questo intervento di Massimo Olgiazzi. Aggiungo: la responsabilità di chi scrive è di cosa scrive, prima ancora di a chi invia i suoi testi. Fermiamoci lì. Allo scrivere. Non dico poco o tanto, ma bene. Poi, usciamo di casa, e se proprio dobbiamo “scaricare” ciò che abbiamo scritto, andiamo nel tram, … Continua a leggere

DI UNA BACCHETTA MAGICA

Quando ne racconta, A* diventa un’altra persona. Già da piccola sperava di poter andare a visitare il cugino, padre comboniano in una missione a Lokichar, nel Turkana, regione della parte nord ovest del Kenya. “Mio cugino a qualsiasi persona dice: la prima volta vieni a vedere, poi saprai tu, finché non ci vai non ti rendi conto. E’ un’esperienza incredibile. … Continua a leggere